Chester 5000 XYV: non solo erotismo

 

Chester 5000 XYV è un delizioso fumetto resomi noto grazie ad Orgoglio Nerd, ed in particolare a questo articolo.
Sì, si tratta di un’opera erotica. Ma non è solo questo.

In breve la storia, senza far spoiler: siamo in quella che pare essere l’epoca vittoriana, ma con elementi decisamente steampunk; Rober è uno scienziato troppo preso dal lavoro (e, si scoprirà poi, anche dal suo passato) per riuscire a stabilire una relazione con la propria moglie, Pricilla, soprattutto a livello sessuale. Per questo motivo l’uomo decide di creare un robot, Chester, per l’appunto, capace di dare alla donna ciò che lui non riesce. Chester, tuttavia, non è solo una macchina per il piacere, ma si rivela un amante dolce e sensibile, con un cuore, anche se di ferro. La storia si intreccia anche a quella di Isabelle, vedova di George, un vecchio amico di Robert.

Lo stile del racconto è molto particolare, ovvero muto. Non troverete nemmeno un baloon in questo fumetto: tutto sarà narrato dalle vignette, disegnate con uno stile estremamente cartoonesco e divertente.

Ma cosa rende Chester 5000 XYV tanto speciale, rispetto a tanti altri fumetti erotici?
Vediamolo insieme.

Per prima cosa, la storia parla, attraverso una grande metafora, di sex toys visti spesso con occhio critico o con una certa vergogna: Pricilla stessa, all’inizio, si sentirà colpevole nell’utilizzare Chester, per poi conoscerlo sempre più a fondo e diventando, così, estremamente consapevole delle proprie voglie e del modo in cui soddisfarle.
Questo ci collega al secondo punto, ovvero il piacere femminile.
Be’, questo è forse il fulcro di tutta la prima parte della storia e di qualche scena nell’ultima parte. Spesso, nei porno o in altre opere erotiche, il piacere femminile viene messo in secondo piano, e la donna protagonista è spesso solo un mezzo che ha l’uomo di raggiungere il piacere.
In Chester 5000 XYV, il tema dell’uomo che viene senza preoccuparsi dell’orgasmo della propria partner viene affrontato e, soprattutto, viene risolto. Leggendo le varie pagine vi accorgerete di quanto le donne siano il vero fulcro della vicenda e dei momenti più hot. Finalmente protagoniste, non figure passive.
Anche se più nascosto, si potrà notare anche una metafora a tutte quelle relazioni considerate stupidamente “proibite”: Chester e Pricilla sono diversi, eppure il loro amore è estremamente forte e viene dipinto nel modo più genuino possibile. In sintesi, l’amore è amore in qualsiasi forma si manifesti.
Ed arriviamo così agli ultimi due punti che, avviso, potrebbero essere considerati spoiler.

Omosessualità e poliamore.
L’autrice ne fa una rappresentazione pura e semplice, non si tratta di espedienti per rappresentare rapporti diversi da quello etero standard, bensì di un eccitante quadro che, tuttavia, fa scaldare il cuore.

Il fatto che tutto ciò sia ambientato in un’epoca nota per la sua estrema pudicizia mi fa pensare ad una critica verso il taboo del sesso (e degli orientamenti sessuali diversi da quello etero) molto meno velata di quanto si potrebbe pensare.

In sintesi, ho amato Chester, dalla prima all’ultima vignetta. Si tratta di un’opera che va oltre il semplice scopo di eccitare, ma si apre a diverse tematiche, affrontandole tutte in maniera leggera ma chiara, diventando anche un modo per conoscere ed imparare divertendosi.
Consiglio vivamente questo fumetto a tutti coloro che vogliono godersi qualcosa di piccante ma non “troppo”, a chiunque voglia affacciarsi al mondo del poliamore in modo più leggero – e dei sex toys, ovviamente – e anche alle persone asessuali che vogliano godersi una splendida storia d’amore.

Questa opera è, alla fin fine, adatta a tutti. Che lo leggiate da soli o in compagnia, sono certa che vi farà vedere alcune cose in maniera molto, molto differente.

 

Potete leggere Chester 5000 XYV QUI 

Natasha Vagnarelli
Natasha Vagnarelli

Redattrice

Natasha Vagnarelli nasce nell'estate del '97. Fin da piccola, la matita si è fusa alle sue mani e con essa il sogno di scrivere. Ormai diplomata, è decisa a laurearsi in Filosofia. Quando ha tempo suona il violino, legge libri su libri e guarda film su film. In questo momento, sta lavorando ad un romanzo che ha cancellato almeno cinque volte. Ma è sicura che questa sia la volta buona.

Commenta per prim*

Lascia un commento

Your email address will not be published.