Il compagno di classe la chiama “brutta”. Lei, a 4 anni, risponde così.

Siahj Chase, detta Cici, a 4 anni ha già le idee ben chiare.

Quando la mamma Sonya le chiede com’è andata a scuola, la conversazione prosegue così:

“Oggi un bambino a scuola mi ha detto che sono… brutta”
“E tu cosa hai detto?”
“Gli ho detto “Non sono mica venuta qui per parlare di moda. Sono venuta qui per imparare, non per essere carina“.

Abbiamo tutti molto (moltissimo) da imparare da Cici.

Trovate l’articolo originale qui.

1 Commento
  1. Già che la questione nasca con un “la mamma le chiede come sia andata a scuola” indica la presenza del genitore.
    Mia madre, per gli anni della formazione, è stata fondamentale per pomparmi l’autostima. Sarei cascata sotto i piedi delle bionde magroline bonazzoidi che mi giravano intorno. Invece lei mi ha sempre detto che sono bella. Lo ero, lo sono, so sarei stata sempre, nel mio essere unica e piena di difetti.
    Non ho buchi esagerati, anche se ovviamente ho le mie inscurezze, ma quella fase è la peggiore… basti vedere la conversazione che si cita in questo articolo.

Lascia un commento

Your email address will not be published.