Storia del clitoride: credetemi, ne avete bisogno

Ho letto un altro di quei libri ai quali bisogna cambiare la copertina se si vogliono portare in treno per evitare gli sguardi curiosi; o meglio, stavolta la situazione è un po’ più blanda perché non ho letto un altro libro su come ad alcune persone piaccia molto fare sesso picchiandosi, ma una bellissima Storia del clitoride.

Il libro è edito da Odoya Edizioni, la stessa casa editrice di Guida al Kink, che abbiamo già recensito; l’autore, Carlo Calcagno, mi è stato subito simpatico perché il suo nome, con quella consonanza tipica della Rowling, ha un po’ il sapore di Hogwarts; mi è sembrato di leggere Storia della magia di Bathilda Bath, e infatti l’ho nascosto nella copertina dell’Ordine della fenice.

Stavolta parliamo di un libro dal tono preciso e accademico; Calcagno è un medico specializzato in urologia con una passione per la divulgazione scientifica d’intrattenimento; un Alberto Angela dei genitali, potremmo dire. Oltre a questo volume sull’organo più bistrattato del mondo, ha scritto anche una storia della circoncisione e una dell’impotenza maschile.

Diciamo pure che non è un testo dai toni particolarmente frizzanti, nonostante la scrittura di Calcagno sia piacevole; è un saggio che spazia da una vera e propria storia del clitoride in ambito medico, descrivendo le prime (ma anche le ultime) deliranti ipotesi sul ruolo del clitoride e dell’orgasmo femminile nell’anatomia umana, fino a delle analisi sociologiche sul ruolo simbolico del clitoride nella nostra cultura come in altre – si parla sia di clitoridectomie rituali che di pornografia, per dirne un paio.

Ho apprezzato, e penso potrete apprezzare, il tono preciso e chiaro di un libro che vuole essere accessibile a tutti – quindi non essere strettamente medico-scientifico – e che, toccando una grande quantità di temi diversi, riesce a diventare una piccola miniera di curiosità; per esempio questo bassorilievo del XII secolo di una donna che si rade l’inguine della cui sfacciataggine mi sono inspiegabilmente innamorata.

Ricapitolando: siete fan di Masters of sex? Amanti alla ricerca di spiegazioni? Vi piacciono i bassorilievi spudorati? Storia del clitoride fa decisamente per voi. Da Galeno a Playboy, Calcagno tocca tutti i punti giusti.

Sì, era una battuta.

Margherita Brambilla
Margherita Brambilla

1994, nata fra le risaie milanesi, ma di cuore bolognese. Da piccola ha voluto fare la strega, l’egittologa, la pittrice e, per un breve lasso di tempo, il gatto. Poi le hanno insegnato a scrivere e da quel momento in poi ha voluto fare solo quello, soprattutto per il teatro. Piange molto perché non esiste il sequel del Pianeta del tesoro e perché quello di Atlantis è davvero brutto. Capricorno + Corvonero = stacanovismo e ansie sociali.

Commenta per prim*

Lascia un commento

Your email address will not be published.