«Sono i genitori a doversi occupare di educare i figli su queste cose, non la scuola. Noi non vogliamo discriminare i bambini, a casa i genitori possono farsi chiamare papà 1 e papà 2 ma io devo pensare a quella maggioranza di famiglie dove ci sono una mamma e un papà». Con queste parole, qualche mese fa, il Sindaco di Venezia aveva messo al bando 49 libri per bambini, assicurandosi che non fossero presenti nelle scuole del territorio.

Abbiamo quindi contattato le case editrici per poter:
* ricevere una copia dei libri (incriminati)
* recensirli (e così facendo farli conoscere)
* regalarveli (trovate tutte le informazioni alla fine dell’articolo)

Cogliendo quindi l’occasione per ringraziare infinitamente tutte le case editrici che hanno voluto collaborare con noi ed hanno creduto in questo progetto, ecco cosa contengono i pericolosissimi 30 libri che ci sono stati inviati:

Babalibri

Piccolo blu e piccolo giallo

censura-piccolo-blu-e-piccolo-giallo1Piccolo blu è figlio di mamma blu e papà blu. Piccolo giallo è figlio di mamma giallo e papà giallo.
Piccolo blu e piccolo giallo si vogliono così bene, che un giorno decidono di abbracciarsi.
Cosa succede al blu e al giallo se si combinano assieme? Esatto, diventano verdi.
Solo che i genitori non li riconoscono più, così verdi. E tristi, i due piccoli piangono fino a tornare lacrime, blu e gialle. In questo modo possono tornare dalle loro famiglie e spiegare l’accaduto.
Delicato come un abbraccio, che mischia i colori e scioglie il cuore.

Buongiorno postino

il+postino4Recapitare i bambini alle coppie è un lavoro serio e il postino lo sa bene!
Alla coppia di ippopotami porta il piccolo ippopotamo, alla coppia di scimmie due piccole scimmiette… E alla coppia di pinguini? Un coccodrillo!
Oh cavolo, il postino si è sbagliato… ancora! Eh sì, perché pare che per i pinguini questa non sia la prima volta: hanno già una lucertola, un pulcino e una tartaruga! Ma per loro non è mai stato un problema, li hanno sempre amati e accolti tutti!
Come dire in poche pagine che l’amore non si sceglie, si accetta.

Il segreto di Lu

cop (1)Quando il piccolo lupo Lu entra nella classe piena di porcellini, nessuno di loro parla con lui.
Lo vedono diverso e non vogliono invitarlo a giocare. Solo Ciccio, uno dei porcellini, si allontana dai compagni per andarlo a conoscere. Così scoprirà che Lu ha paura di andare a scuola, perché ogni mattina deve passare davanti alla casa dove vivono 3 porcellini ormai cresciuti, che lo hanno preso di mira e gliene combinano di tutti i colori. È allora compito di Ciccio aiutare il suo amico Lu ad architettare un piano ingegnoso che gli permetterà di non essere più infastidito dai bulli.
Ribaltamento degli stereotipi e inclusione del diverso, mancano solo i due leocorni!!

Cesare

cop (2)Cesare è un uccello che vive in gabbia con il suo papà. Dopo aver sentito tante storie sul suo paese d’origine, decide di volare via per tornare nella madre patria, per vedere dal vivo tutte le cose che il padre gli ha raccontato. Non ha neanche paura dei coccodrilli, anche se il suo papà gli ha detto che è proprio per colpa loro che non torna a casa, perché lì è troppo pericoloso.
Una volta raggiunta la meta, Cesare non solo incontra un coccodrillo, ma scopre che non è neppure così spaventoso e anzi, potrebbe rivelarsi un ottimo amico.
La distanza da casa non è mai stata così vicina agli occhi di chi legge, così come le lacrime, di coccodrillo ma non solo.

Guizzino

GuizzinoUn pesciolino, diverso dagli altri, che insegna ai suoi simili il concetto di “lavoro di squadra”.
Alla fine, a garantire a tutti la serenità sarà proprio il suo non essere uguale agli altri. La sua diversità sarà la carta vincente.

 

 

 

Pezzettino

pezzettino-lionni-21121022235041Pezzettino è un piccolo pezzo, convinto di appartenere a qualcuno.
Parte quindi alla ricerca del suo intero, fino a scoprire che anche lui è fatto di piccoli pezzi e che dunque non è incompleto o la parte mancante di qualcosa. Lui è se stesso.

 

 

 

Sono io il più bello

516tcMtkztL._SX356_BO1,204,203,200_La storia di un lupo che si aggira nel bosco non per aspettare la preda, ma per avere conferme.
Nello specifico, chiede a tutti di confermargli la sua bellezza!
Una favola che sorprende e regala un sorriso.

 

 

 

 

 

Becco Giallo

Diverso come uguale

diverso-come-ugualeRecita la quarta di copertina: questo è un libro curioso. Non ha paura di chi è diverso da noi: anzi, lo cerca e insieme ci gioca.
Leone ha 6 anni e molti amici diversi da lui, diversi per cultura, famiglia di appartenenza o salute fisica. E indovinate? Per lui non è un problema.

 

 

 

Editoriale Scienza

Dov’è il mio papà?

mio-papa-cop-g---310-310Mamma pinguino si è risposata con un orso, ma Piccolo pinguino non è contento, perché lui non somiglia al suo nuovo papà! Parte così alla ricerca del suo vero padre, cercando qualcuno che sia fisicamente più uguale a lui… Fino a scoprire che un “vero papà” non deve necessariamente somigliarci, deve volerci bene.

 

 

 

Edizioni Junior

E con Tango siamo in tre

e_con_tango_siamo_in_tre_182Pare che i pinguini si scelgano: un pinguino femmina incontra un pinguino maschio e se si piacciono passano la loro vita insieme. Anche Roy e Silo si sono scelti. Sono due pinguini maschi, ma non importa. Solo, per quanto si sforzino, non possono fare come le altre coppie, non possono covare le loro uova e costruire una famiglia. Questo fino a quando il custode non dà loro un uovo abbandonato. Da quell’uovo nasce Tango, che diventerà il loro piccolo, da riempire d’amore e cure.
Una lettura per ricordarsi che per fare un Tango bisogna essere in due, ma non è necessario essere diversi.

EDT

Milly, Molly e i tanti papà

cop (3)In una giornata di pioggia, una classe di bambini viene invitata dalla maestra a parlare dei propri papà. Ecco che scopriamo così tutte le possibili realtà famigliari: c’è chi vede poco il papà perché lavora o perché ha un’altra famiglia, chi invece lo vede sempre perché è a casa, chi ne ha due, chi non ce l’ha.
Una storia che aiuta i bambini a non sentirsi diversi.

 

 

Emme Edizioni

Dov’è la mia mamma?

copUna piccola scimmietta chiede aiuto alla farfalla Rita per trovare la sua mamma. Rita allora la porta da un elefante, poi da un serpente, poi da una rana… Questo perché non si immagina che la mamma della scimmietta debba per forza somigliarle fisicamente. E se ci pensiamo bene ha senso, infatti lei per prima non somiglia ai suoi piccoli, perché sono ancora bruchi! (Spoiler: poi la mamma la trovano!)
Come spiegare la diversità con la leggerezza di un battito d’ali.

 

Equilibri

Il gatto e il pesce

dehanDue animali “nemici” per natura, che finiscono invece per diventare… Amici? Amanti?
Non è chiaro e non è necessario che lo sia. L’amore ha molte forme ed è questo che è bene insegnare. Le etichette non sono necessarie.

 

 

 

 

Kalandraka

Orecchie di farfalla

orecchie-di-farfallaNel senso di orecchie a sventola. Ma detto così non suona forse meglio?
Qui si prendono i “difetti” di una bambina e si guardano da un punto di vista diverso. In questo modo diventano delle “caratteristiche” che la rendono quella che è. Per aiutare i bambini a non giudicare – se stessi e gli altri.

 

 

 

Kite Edizioni

Il pentolino di Antonino

CoverAntonino è costretto a portare sempre con sé un pentolino che lo impedisce nei movimenti e sottolinea quanto lui sia diverso dagli altri. Pensa di nascondersi, per non dover più gestire questa situazione, finché qualcuno non gli insegna a vedere i lati positivi del suo pentolino.
Per come è scritto il libro, il pentolino potrebbe essere qualsiasi cosa: un handicap fisico o mentale, un problema di ansia, persino un orientamento sessuale differente. Ogni bambino può immedesimarsi.
Ognuno ha il proprio peso da portare, questo libro non insegna come sbarazzarsene, ma come accettarlo e accettarsi.

Lapis Edizioni

Le Avventure di Margherita
(Il sonnellino, Il dottore, Buon compleanno!)

00000237Margherita è una bambina sveglia e intraprendente, che non si fa problemi a cercare soluzioni alternative per dormire, a regalare collane al suo orsacchiotto o a trasformarsi da “mamma per finta” a “dottore per finta”. Consigliatissimo soprattutto per i/le più piccini/e.
Una bambina che con semplicità scardina qualunque stereotipo.

 

Salverò la Principessa!

DSC_0587-2Un cavaliere piccolo e minuto affronta guardie e draghi per salvare la Principessa rinchiusa nella torre. Quando poi si toglie l’elmo, scopriamo che in realtà si trattava di…
Insegnare a tenere la mente aperta può davvero essere un gioco.

 

 

 

 

Storia incredibile di due Principesse

00000091Bianca e Lupita sono rispettivamente una bambina e un drago, ma entrambe sono figlie di Re.
I padri non tollerano il loro comportamento, Bianca è troppo scapestrata per essere una bambina, Lupita troppo composta per essere un drago. Così decidono di scambiarle. Ma davvero non sentiranno la loro mancanza?
“ Ciò che è diverso e sembra lontano, se lo conosci non è più strano. E quello che ieri appariva sbagliato, oggi potrebbe venire accettato.”

 

Lo Stampatello

Piccola storia di una famiglia

piccola-storia-di-una-famigliaUn libricino che racconta in maniera molto chiara la nascita una famiglia omogenitoriale.
Una lettura ideale per quei genitori che vogliono spiegare la realtà ai propri figli, senza “romanzarla” ma continuando a giocare con loro.

 

 

Qual è il segreto di papà?

31WlK+0EvBL._BO1,204,203,200_Divorzio, nuovo compagno della mamma, papà sempre solo ma al telefono con qualcuno che non si sa chi sia… Fino a quando il segreto viene rivelato e tutti tornano a sorridere.
L’omosessualità di un genitore affrontata dal punto di vista dei bambini, in maniera limpida.

 

 

 

 

Una giornata speciale

unagiornataspecialecop“I figli adottati sono il mare”. Capirete questa frase solo dopo aver letto il libro.
Un libro che aiuterà tutti i figli adottati non solo a non sentirsi diversi, ma anche a percepirsi come un vero e proprio regalo.

 

 

 

 

Piccolo uovo

cat-piccolouovoUno dei libri che ha fatto più parlare, racconta la storia di un uovo che prima di schiudersi decide di vedere quanti tipi di famiglie esistano al mondo.
Alla fine, vedendole tutte accomunate dall’amore, decide che gli piacciono tutte!
E soprattutto che sì, sono tutte FAMIGLIE.

 

 

Il grande grosso libro delle famiglie

famigliecopPer non fare sentire escluso nessuno.
In questo libro si parla di famiglie, di quanto possano essere grandi o piccole, delle loro case – o dell’assenza di una casa, dei lavori che svolgono i genitori, di come facciano (o non facciano) le vacanze etc…
Ogni bambino può ritrovarsi, questo libro parla a tutti.

 

 

 

Il bell’anatroccolo

71fI-rumKXLÈ la storia di Elmer, un anatroccolo al quale non piace fare a botte o giocare a baseball, ma che preferisce recitare e cucinare dolci. Questo lo porterà a venire etichettato come “femminuccia” dagli amici e a perdere l’affetto del padre.
Elmer troverà però il modo di far ricredere tutti e far capire alla gente che lui non è strano, è speciale.

 

Più ricche di un re

01Tre donne protagoniste, due mamme e una bambina. Felici di essere una famiglia felice.
L’intento del libro è quello di dare vita, voce e colori a un tipo di famiglie inesistenti fino ad oggi nella letteratura per la prima infanzia: le famiglie omogenitoriali.

 

 

Mammeonline Casa Editrice

La cosa più importante

11023814_1469373316693153_6260632634489588256_oLa maestra dà a Francesco una domanda difficile alla quale rispondere: se un uragano spazzasse via tutto dalla faccia della terra, da dove si dovrebbe iniziare per ricostruire il mondo?
Francesco va quindi in giro per la città a chiedere ai suoi abitanti quale sia, per ognuno di loro, la cosa più importante…

 

 

Topipittori

Ninna nanna per una pecorella

Dougcop*Quante probabilità ci sono che una pecorella, smarrita nella notte, trovi riparo e protezione tra le braccia di una lupa?
Una splendida metafora per parlare di amore, adozione e accudimento.
 

 

 

Forte come un orso

Orso-copUna serie di aggettivi (positivi negativi e neutri) per descrivere un bambino e una bambina. Lui è timido come un cerbiatto, lei è forte come un orso.
Stereotipi? Neanche l’ombra.

 

 

 

 

 

30 libri, 30 storie diverse.
Noi le abbiamo lette, ora vogliamo dare a voi la possibilità di fare lo stesso.
Come?
Lasciateci un commento sotto questo articolo raccontando a chi vi piacerebbe far leggere queste storie! Il primo ottobre estrarremo 10 persone che riceveranno a casa 3 libri ciascuna.
Volete aumentare le vostre possibilità di vincere? Allora twittate questo articolo con l’hashtag #bossylibri e avrete così una doppia chance!

Buona fortuna e buona lettura!

No more articles
3K Condivisioni
Condividi3K
Tweet
Condividi
+13