Femminismo

Violenza sessuale: quando ad essere stuprato è un uomo

Commenti (19)
  1. Vlad ha detto:

    è impossibile fisicamente per una donna stuprare un uomo adulto e in salute , non drogato o addormentato, a meno che la donna non sia robusta e lui un magrolino

    1. simone ha detto:

      Questi commenti rivelano il mondo di infinita ignoranza in cui viviamo.
      Un uomo può subire violenza sessuale da una donna, eccome! Sotto minaccia, abuso di potere, pressione psicologica, la violenza fisica si situa in fondo per ovvie ragioni anatomiche (la donna è fisicamente meno forte dell’uomo). Se poi parliamo di violenza psicologica, una donna può costringere un uomo a fare quello che desidera alimentando invidia, vanità e egoismo… peccato che non se ne parla, peccato che non esiste una ‘giornata internazionale contro la violenza generale’..preferiamo l’immagine dell’uomo orco e della donna vittima..avanti così..

    2. Matteo ha detto:

      A meno che non venga minacciato con un arma o ricattato

    3. Tirompoilculo ha detto:

      Coglione!

  2. Leo89 ha detto:

    Se una donna stupra un maschio e il maschio se ne lamenta, è il maschio che dovrebbe finire in galera per aver offeso la donna. Un maschio che si lamenta di essere stato violentato da una donna… cose da pazzi! Dovrebbe ringraziarla piuttosto, se non altro per cavalleria ed educazione, anche se lei non fosse proprio di suo gusto. E poi tacere.

    1. Mario ha detto:

      Ma sta scherzando? Comunque sul fatto di tacere tacciono, non si preoccupi, sia che vengano stuprati da donne o da altri uomini, ecco perché su questa particolare tematica conosciamo solo i casi più gravi proprio perché impossibili da nascondere. Ah dimenticavo, pochi giorni fa ho criticato aspramente, un mediatore culturale, che aveva negato l’esistenza dello stupro sulle donne, per lui era semplicemente rapportabile ad un normale atto sessuale( oh Dio), per me invece è un crimine(come d’altronde lo è per la legge). Come vede non guardo al genere, difendo chi subisce un atto di violenza, senza ma e senza se e francamente dovremmo farlo tutti. Un saluto!

    2. Viccio ha detto:

      Questa è anche la conferma al detto “la madre degli idioti è sempre incinta”.
      La prossima volta, contare fino a dieci e poi evitare di scrivere/parlare…

  3. Claudio ha detto:

    I commenti confermano la tesi in articolo.

  4. Mario ha detto:

    Gentile signor Claudio, aveva forse qualche dubbio? I pregiudizi sono duri a morire. Un saluto

  5. Ettore De Rosa ha detto:

    Forse alcune cifre e la dimensione del problema sono discutibili, ma in sostanza l’articolo dice cose corrette, precise e circostanziate, specialmente riguardo allo stupro inflitto come tortura umiliante, molto diffuso in situazioni di guerra, specialmente guerriglia o guerra asimmetrica, prigionia o regime carcerario, sia contro donne che contro uomini. Tutto questo richiede attenzione, chiarezza, e, per quanto sgradevole, visibilità, perché rientra nell’esigenza sempre più urgente di difendere i fondamentali diritti umani, prerequisito indispensabile per un mondo migliore e più pacifico, e su questo non può essere fatta la benché minima distinzione tra donne, uomini o diversamente orientati, ci mancherebbe.

  6. Gianmarco ha detto:

    In carcere ogni giorno uomini vengono brutalmente stuprati e seviziati. La violenza sessuale nei confronti di un maschio da parte di un altro maschio può spingere la vittima al suicidio e all’autolesionismo…. Purtroppo se ne sono ammazzati tanti di uomini in carcere per le violenze subite…. Nemmeno oso immaginare quello che potevano provare. Lo stupro è un atto abominevole, ma credo fermamente che solo un maschio possa renderlo tale.

  7. MELISSA ha detto:

    A livello di intelligenza pare che non si risolva nulla. Per carità, le donne sono quelle più colpite dai casi di stupro, ciò non vuol dire che gli uomini vi siano immuni. Si desidera parità dei sessi, poi deridono chi subisce uno stupro( se la vittima è un maschio). Se si trattasse di una femmina, il maschio verrebbe messo sul rogo in due secondi.
    La violenza di per sé non è la risposta giusta.

  8. andrea64 ha detto:

    Melissa non è affatto vero che le donne che vengono stuprate sono più numerose di eventuali uomini stuprati .
    Se fosse fatta una ricerca precisa ed accurata senza idee preconcette e paritaria sessualmente su quante donne realmente vengono stuprate sessualmente da un uomo lasciando perdere tutte quelle scemenze legali assurde pazzoidi o lasciando perdere le classiche stupidaggini folli sessiste femministe da maniache perfette affette da misandria pazzoidi e anche lasciando perdere anche qualche maschio ignorante ,vile che non capisce un tubo poiché è un pazzo stupido come Leo89 .
    Lasciando perdere tutto ciò ecco quali sarebbero i risultati di una ricerca seria è sempre Lui che stupra sessualmente una Lei oppure anche Lei sessualmente stupra un Lui .
    Se fosse fatta una ricerca seria ed onesta imparziale sessualmente ci scommetto i miei gioielli di famiglia contro una montagna di soldi che gli stupri reali femminili a danno di un maschio sono superiori di molto ai stupri reali fatti a danno di una femmina .
    Queste affermazioni pubbliche le ho fatte nel 1978 quando avevo 13 anni di età ed ero al primo anno di Pacinotti .
    Avrei vinto la scommessa di certo !
    Se invece di guardare sempre i videotelefoni vi guardate po’ in giro ed osservate i vari comportamenti F o M le giovani ragazze attuali tecnicamente applicando le leggi femministe in maniera paritaria molte ragazze dovrebbero beccarsi una denuncia con annessa condanna per molestie di vario tipo da parte dei ragazzi .
    Meditate tutti e tutti !

  9. topogigio ha detto:

    La violenza femminile a danno del sesso maschile esiste ed è reale quotidiana e accade un pò dovunque ed ovunque in Italia .
    Al maschio o uomo dir si voglia vittima di violenze femminili gli è però vietato ed impedito in ogni maniera di denunciarle .
    Nel caso molto improbabile che il maschio vittima di violenze femminili si faccia coraggio e malgrado tutti gli ostacoli denunci le donne criminali quasi sempre in tribunale non ottiene MAI giustizia .
    Perciò in Italia il maschio vittima di violenze femminili che non ha il coraggio di denunciare perché gli è impedito persino dalle stesse donne del suo stesso sangue (madre o sorella ) che non vogliono che lui faccia una denuncia perché un vero uomo deve accettare tutte le violenze femminili nei suoi confronti e non deve MAI usare la legge contro le donne criminali .
    Perciò il maschio vittima di violenze femminili ha solo 2 scelte ovvie :
    1) si sottomette a questa società femminista ed accetta di subire violenze !
    2) si ribella è si comporta da vero uomo con le palle si vendica e si fa giustizia fai da te e castiga la femmina criminale che gli ha usato violenza .
    P.S.
    Tutti gli uomini che in Italia hanno fatto una cosiddetta violenza maschile nei confronti di una donna che i mass-media descrivono sempre la donna vittima di una violenza maschile come indifesa ed onesta vittima incolpevole della ennesima ed ingiustificata violenza maschile .
    La donna vittima di violenza maschile nella realtà dei fatti era sempre una donna criminale che ha usato ripetutamente la violenza femminile a danno di un uomo che non gli ha fatto nulla ed ovviamente l “uomo si è vendicato .
    Non potendo denunciare la violenza femminile nei suo confronti l “uomo praticamente è stato obbligato a farsi giustizia fai da te magari esagerando nella foga del giustiziere .
    Quasi tutte le donne che denunciano e calunniano un uomo per molestie in realtà sono loro le vere molestatrici .
    Purtroppo i tribunali italiani sono femministi sessisti e non sono imparziali se analizziamo bene tutti i procedimenti penali dove l “uomo è stato condannato per molestie la donna molestata risulterebbe dagli atti giudiziari niente affatto onesta né pulita e pure lei risulterebbe criminale poiché ha fatto le stesse identiche violenze femminili a danno del molestatore .
    Non puoi denunciare un uomo per molestie e tu donna vittima dopo averlo denunciato e calunniato ripetutamente pure tu donna lo molesti e tutto ciò
    risulta quasi sempre evidente dagli stessi atti giudiziari a favore della donna .
    Quasi tutti i maschi cosiddetti criminali che vengono condannati in Italia per violenze contro le donne in realtà sono loro ad essere vittime di una violenza femminile e di una giustizia criminale femminile .

  10. Matteo ha detto:

    Sul piano squisitamente legale ,morale ,educativo attualmente in vigore da alcuni decenni in Italia quasi tutti gli uomini che hanno un rapporto sessuale con una donna a tutti gli effetti questi uomini vengono stuprati dalla donna .
    Essendo quasi tutti i maschi stupidi ed ignoranti sono cosi scemi da non rendersi nemmeno conto di essere stati stuprati da una femmina e anche se si rendono conto di essere stati stuprati sono cosi vili e paurosi da non denunciare la donna violentatrice .
    Era il 1994 e stavo facendo la classica stupida guerra tra i sessi e stavo polemizzando (discutendo ) con due studentesse universitarie sfegatate femministe sessiste per zittirle ho deciso di usare le loro stesse armi che
    gentilmente mi hanno fornito puntandole al contrario .
    Le ho talmente divertite e fatte scoppiare dal ridere che hanno ammesso che ciò che dicevo in fondo era più che reale .

  11. Paola Enciso ha detto:

    Ciao a tutti. Vorrei trovare dei dati statistici da una fonte affidabile per quanto riguarda i casi di stupro a danno degli uomini in Italia.
    Si parla tanto di numeri riguardo alle donne, mentre, al contrario, per gli uomini non ho ancora trovato dei dati affidabili italiani.
    Grazie per chi mi risponderà

    1. Andrea Danton ha detto:

      Cara Paola come ben saprai l” Italia è un paese sessista femminista moralmente , legalmente ,penalmente , sessualmente e anche a livello educativo da ben 5 decenni !
      Per parlarci chiaro da uomo a donna voi donne avete voluto e preteso la parità tra i sessi solo dove vi torna utile per tornaconto personale in altri settori voi donne non volete che ci sia nessuna parità tra i sessi .
      Faccio un esempio semplice di società femminista italiana non paritaria sessualmente : se un giovane studente minorenne di sesso maschile viene preso di mira è molestato a scuola da parte del “branco “di ragazze bullette criminali e violente che lo perseguitano con violenze psicologiche e anche fisiche e sessuali violente il branco di bulle vigliacche beate è candide possono compiere le violenze femminili a danno del ragazzo persino davanti alle professoresse che per femminismo ,solidarietà femminile =misandria non intervengono MAI per porre fine alle violenze femminili di un branco di bulle a danno di un soggetto di sesso maschile !
      Le stesse professoresse criminali che non frenano mai o bloccano mai eventuali violenze femminili a danno di un soggetto di sesso maschile nemmeno se sono violenze molto gravi nel caso improbabile che il maschio preso di mira da tali violenze femminili del branco di bulle reagisca e si difendi le stesse professoresse criminali che non lo hanno mai difeso lo bocciano in tronco o lo fanno passare per un bullo violento !
      Queste criminali professoresse deliranti femministe affette da misandria che permettono al sesso femminile di compiere beate è candide violenze anche sessuali molto gravi a danno di soggetti di sesso maschile indifesi queste professoresse criminali poi ti vanno in TV a lamentarsi di essere testimoni di continue violenze maschili di gruppo a danno del sesso femminile .
      Cosa non vera poiché il bullo di sesso maschile è quasi impossibile che se la prenda con qualche ragazza perché sa che verrà punito duramente ed è impossibile che il bullo venga aiutato da altri bulli se la vittima presa di mira è di sesso femminile .
      In parole povere il Bullo (Rigon ) veniva aiutato dal gruppo di bulletti criminali tra cui un tale Manzoni e un tale Boldrini solo se la vittima era di sesso maschile il bulletto Rigon però veniva abbandonato dal gruppo di bulli suoi aiutanti se la vittima era di sesso femminile .
      Tra maschi non esiste solidarietà nemmeno tra bulletti criminali in erba !
      Cara Paola in una società femminista per giunta criminale che funziona in tale maniera come puoi pretendere che vengano fatte delle statistiche governative oculate e precise sulle violenze sugli uomini magari per mano femminile .
      Tutto ciò andrebbe contro gli interessi femminili di questa società femminista .
      Scusa la franchezza e la mia sincerità Paola non sono un uomo vigliacco e sottomesso che non osa andare contro corrente perciò non prendertela se ho osato scrivere francamente delle verità che vanno tenute nascoste o dette in privato a bassa voce .

  12. Sergio ha detto:

    Paola se cerchi dati precisi su un eventuale stupro maschile non li troverai mai !
    Sarebbe un po’ come cercare il numero delle donne molestatrici che perseguitano il loro ex compagno oppure anche un perfetto sconosciuto o le maniache pedofile o le maniache esibizioniste oppure molestatrici palpeggiatrici di uomini o donne stupratrici sessuali di uomini tutte sono presenti in Italia !
    Ti garantisco che queste donne numericamente forse sono pure superiori di numero agli uomini .
    Un uomo pedofilo ha paura di essere punito dalla legge !
    Una donna pedofila non ha paura della legge perché sa che non verrà punita perché è una donna !
    Su 1000 uomini pedofili stai sicura è certa che ci sono presenti 1000 donne pedofile !
    Tecnicamente sarebbe impossibile per te avere dei dati certi !
    Molti di questi reati penali se compiuti da donne vengono declassati per legge a piccoli reati stupidi di nessuna importanza oppure nemmeno fanno un processo !
    Inoltre è quasi impossibile che un uomo in Italia faccia una regolare denuncia contro una donna per tali reati !
    Inoltre se l ” uomo fa una regolare denuncia 99,999 % probabilità su 100 non accade nulla alla donna denunciata perché la denuncia viene archiviata d” ufficio oppure l ” uomo viene considerato matto dalla Polizia !
    Nel 1995 ero un metronotte e un pomeriggio ho visto una donna “strana” che avvicinava bambini e bambine la donna la chiameremo Trevisan !
    La Trevisan quando si è sentita osservata da me è scappata via come un lampo !
    La storia si ripete uguale qualche giorno dopo la donna Trevisan era in compagnia di una donna tale Danieli cognome di fantasia pure questo e le due donne avvicinavano sempre bambini e anche in questo caso sono scappate via senza motivo poiché le fissavo è basta cercando di capirci qualcosa !
    La storia si ripete ancora 15 giorni dopo uguale l ” unica novità e che c “era anche un uomo strano assieme alle due donne e tentavano un approccio sempre con bambini e bambine !
    Questa volta li ho bloccati tutti e tre identificati (me né sono fregato della legge ) e ho interrogato tutti i bimbi su cosa volevano i tre adulti e ho ai bimbi consigliato di stargli alla larga a quei tre tipi strani !
    Naturalmente li ho lasciati andare i tre sospetti apparentemente non avevano fatto nulla !
    Qualche ora dopo ho informato la polizia gli ho fornito i dati dei tre adulti tra cui donne e gli riferito i miei sospetti di pedofilia dei tre !
    Per un pelo la polizia non mi ha fatto ricoverare subito in manicomio poiché secondo loro essendoci due donne coinvolte non poteva essere una banda di pedofili !
    Come puoi pretendere di avere dei dati Paola in questa società ?

  13. Mari ha detto:

    tema importante; e certamente la violenza (anche se in misura minore rispetto alle femmine) colpisce anche moltissimi bambini maschi e anche adulti. Peccato che anche questi stupri sono, a loro volta, inflitti nella stragrande maggioranza dei casi da altri uomini; in rari casi, in cui sono compresenti una serie di condizioni che non è facilissimo mettere insieme, non si discute che a violentare siano anche delle donne.
    L’articolo sembra mettere in dubbio la sproporzione; peccato che NON dia l’informazione essenziale, senza la quale si parla a vuoto: QUANTI stupri, statisticamente, sarebbero perpetrati da donne?

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *