Intrattenimento

Gaycation: quando l’intersezionalità diventa indagine d’inchiesta

Commenti (2)
  1. Avatar Paolo ha detto:

    l’eterosessualità non è normativa, l’omofobia lo è e va combattuta

  2. Avatar Alessandro ha detto:

    L’iniziativa Della Page è interessante purchè non diventi un motivo di lotte e scissioni. Abbiamo bisogno di integrazione, questa va facilitata. Attenzione a non confondere la “disforia di genere” con l’omosessualità o lesbismo. sono due cose molto diverse piscologicamente anche se sembrano simili. L’omosessualità non è un disturbo se vissuta in modo sano; l’eterosessualità non è un disturbo se vissuta in modo sano. Generalizzare è sempre pericoloso e ogni essere umano, come la relazione, va considerata sempre nella sua particolarità. Per il resto ognuno è libero di vivere la vita, che è solo sua , nel modo in cui più desidera e nel rispetto di se stesso e degli altri. Ci sarebbe da dire molto. Inoltre la famiglia patriarcale può far danni quanto una famiglia matriarcale dove il padre viene considerato inutile, come nel caso di alcune culture ancora esistenti. Quindi, nonostante la trasmissione sia interessante, mi preoccupa la presa di posizione , alcune volte estremista, che può allontanare dal progetto di una più possibile integrazione umanitaria. Inoltre credo che chiunque voglia portare avanti una lotta per i diritti umani, debba raggiungere un buon livello di equilibrio interiore e una determinata pace con il proprio passato; specialmente chi ha il potere di grossa visibilità e dunque può essere preso come modello dai più giovani. Consiglio la lettura di Alice Miller. Grazie per la possibilità del commento e complimeti per il vostro sito.

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *