Stai leggendo
Indiana, Iowa e Texas avanzano programmi contro le persone trans: parte di una strategia che i conservatori usano da tempo per avvicinare la propria base elettorale

Indiana, Iowa e Texas avanzano programmi contro le persone trans: parte di una strategia che i conservatori usano da tempo per avvicinare la propria base elettorale

Le ragazze transgender in Iowa non potranno più competere negli sport femminili – solo l’ultima di una serie di iniziative anti-trans che si stanno diffondendo negli Stati Uniti.

Il 3 marzo 2022, la governatrice Kim Reynolds ha firmato una legge che colpisce le ragazze e le donne transgender che desiderano competere in corrispondenza alla loro identità di genere. Tutto questo arriva pochi giorni dopo che i legislatori dell’Indiana hanno avanzato un disegno di legge simile rivolto agli studenti trans nelle classi K-12 (ovvero gli studenti tra i 5/6 anni, in Kindergarten, e i 18, a fine ciclo scolastico, NdT). Quella proposta di legge andrà ora al governatore repubblicano Eric Holcomb, che in precedenza ha indicato la volontà di firmare il disegno di legge. Nel frattempo, in Texas è emerso che i funzionari statali avevano iniziato a indagare sui genitori di ragazzi e ragazze transgender per presunti abusi sui minori.

Ciò avviene dopo che un ordine del governatore del Texas Greg Abbott aveva richiesto a “medici, infermieri e insegnanti” di denunciare come abuso su minori qualsiasi istanza di un giovane che usa inibitori della pubertà o altri trattamenti medici per le terapie di affermazione di genere. L’ordinanza prevede sanzioni penali per chiunque tra coloro che si rifiutano di rispettarla, e per i genitori di bambinə transgender. Un giudice ha sospeso le indagini sui genitori di un adolescente trans, ma ha accantonato una sentenza più ampia sulla direttiva fino all’udienza dell’11 marzo. Indiana, Iowa e Texas sono ben lungi dall’essere gli unici Stati che promuovono un’agenda anti-transgender. Più di 30 Stati hanno avviato una legislazione anti-trans solo nel 2021 e almeno altri sette lo hanno fatto quest’anno fino ad oggi.

Questi disegni di legge sulla salute, e queste interpretazioni legali anti-trans fanno parte di un insieme di iniziative che segnano il 2021 come un “anno da record” per le politiche anti-LGBTQ introdotte nelle legislature statali di tutto il Paese secondo il gruppo di difesa Human Rights Campaign. E il 2022 è già sulla buona strada per superare questo record.

Tra questi progetti, sono inclusi disegni di legge che impediranno ad atletə transgender di partecipare a sport studenteschi, come in Indiana e Iowa, e proibiranno (o richiederanno la notifica dei genitori) qualsiasi curriculum scolastico che faccia riferimento all’orientamento sessuale o all’identità di genere. Un’altra legge – firmata nell’aprile 2021 dal governatore repubblicano del Montana Greg Gianforte – prevede anche qualcosa in più: ovvero, richiede un intervento chirurgico di riassegnazione del genere prima che qualsiasi individuo possa cambiare l’indicatore del sesso sul proprio certificato di nascita.
Finora, le leggi contro atletə trans hanno guadagnato più trazione. Nonostante la costante opposizione pubblica, più di 30 Stati hanno ora considerato di impedire a atletə transgender di giocare in squadre che corrispondono alla loro identità di genere. Dieci Stati hanno già emanato divieti per atletə transgender anche nelle scuole, attraverso le legislazioni o tramite ordini esecutivi. Come studiosa di diritti civili, ho scoperto che caratterizzare le politiche di sostegno LGBTQ come dannose per ə giovani è una strategia fondamentale usata dai conservatori per entusiasmare la loro base.

‘Salvate i nostri figli’

L’attivista anti-gay, e regina della spremuta d’arancia in Florida, Anita Bryant perfezionò per la prima volta la strategia negli anni Settanta, per opporsi alle ordinanze che proibivano la discriminazione basata sull’orientamento sessuale. La sua campagna “Salvate i nostri Figli” demonizzava le persone gay e lesbiche come “reclutatorə di bambinə”. Bryant incoraggiò con successo ə elettorə a opporsi ai tentativi legislativi di proteggere le persone gay e lesbiche dalla discriminazione e spinse i legislatori della Florida a vietare alle coppie dello stesso sesso di adottare bambinə, una legge che è stata revocata nel 2010. Alla fine degli anni Novanta e all’inizio degli anni 2000, i conservatori spinsero oltre 40 Stati a vietare il matrimonio tra persone dello stesso sesso sulla base del fatto che tuttə ə bambinə potevano essere a rischio: quellə cresciutə da coppie dello stesso sesso e quellə introdotti all’uguaglianza matrimoniale a scuola.

Nel 2015, quando la Corte Suprema ha annullato questi divieti nel caso storico Obergefell v. Hodges, i conservatori hanno iniziato a prendere di mira i diritti delle persone transgender. I conservatori hanno nuovamente concentrato la loro attenzione sulle misure di non discriminazione, questa volta quelle che vietano la discriminazione dell’identità di genere. Hanno argomentato in modo fuorviante che qualsiasi misura a protezione delle persone transgender metterebbe a rischio le ragazze e le donne cisgender – individui la cui identità di genere e il sesso assegnato alla nascita sono entrambi femmine – consentendo agli uomini “vestiti da donna” di usare gli spogliatoi e i servizi igienici delle donne. Non ci sono prove a sostegno di questa affermazione. Eppure ci sono prove significative di quali siano i rischi per la salute e la sicurezza per ə studenti transgender se è vietato loro di usare bagni che riflettano la loro identità di genere.

Costi significativi

Le leggi anti-trans sulla salute e le leggi contro ə atletə transgender seguono approcci simili. I sostenitori di disegni di legge rivolti alle atlete trans affermano che le compagne di squadra transgender “rovineranno per sempre gli sport femminili”. I sostenitori dei disegni di legge sull’assistenza sanitaria anti-trans affermano che ə bambinə subiscono pressioni affinché utilizzino queste terapie, da parte di medici e genitori, e descrivono gli effetti come permanenti e dannosi. Ci sono poche prove empiriche a sostegno di queste affermazioni. I medicinali che bloccano lo sviluppo sono un trattamento sempre più comune proprio perché forniscono un’opzione reversibile e meno invasiva per ə adolescenti trans, e vengono forniti solo con il consenso pienamente informato del paziente. Anche i trattamenti ormonali, che vengono generalmente forniti nella tarda adolescenza, sono relativamente a basso rischio. E ci sono poche prove che suggeriscano che le atlete trans nei contesti scolastici K-12 stiano ingiustamente superando le loro concorrenti cisgender, in particolare se hanno usato medicinali quali bloccanti della pubertà. In effetti, i legislatori conservatori hanno indicato solo un caso nelle loro campagne, quando due atlete trans nel Connecticut hanno conquistato il primo e il secondo posto in un torneo di atletica leggera del 2017 in tutto lo Stato. Diverse atlete cisgender che hanno perso hanno tentato senza successo di citare in giudizio funzionari statali per aver permesso alle atlete trans di competere.

Una storia molto più comune è il relativo anonimato delle atlete trans negli sport femminili e le loro somiglianze con le loro compagne di squadra cisgender. Molti degli Stati che prendono in considerazione la legislazione non hanno atlete trans conosciute o hanno atlete trans che si esibiscono alla pari con le compagne di squadra cisgender. E anche le atlete cisgender del Connecticut che hanno tentato di citare in giudizio i funzionari statali hanno prevalso in diverse gare di campionato contro le loro concorrenti trans poco dopo aver intentato la causa. Ma niente di tutto ciò ha impedito ai sostenitori di queste leggi di alimentare le paure.

ə ricercatorə e ə operatorə sanitarə sanno, tuttavia, che le leggi danneggeranno le giovani persone trans.
Proibire le cure volte all’affermazione di genere, come i medicinali che bloccano lo sviluppo della pubertà, o vietare le squadre atletiche inclusive, impone rischi reali e devastanti per le giovani persone trans. Le persone transgender che non hanno accesso ai tipi di terapie ormonali vietate hanno quattro volte più probabilità rispetto alle persone cisgender di soffrire di depressione. Hanno anche una probabilità nove volte maggiore rispetto agli individui cisgender di tentare il suicidio.

In parole povere, le politiche di affermazione di genere e le terapie sanitarie di supporto all’affermazione di genere salvano la vita. Inoltre, se confermate in tribunale, le leggi suə atletə potrebbero richiedere a qualsiasi sportivo di “dimostrare” il proprio sesso per partecipare, potenzialmente attraverso esami fisici invasivi.

Il panorama politico

I conservatori potrebbero utilizzare queste proposte di legge – che alcuni dicono “cancellano la gioventù trans” – per catalizzare ə elettorə repubblicanə a partecipare alle imminenti elezioni di metà mandato. E la strategia potrebbe funzionare. I tentativi di escludere ə atletə trans piacciono anche ad alcune persone che si dicono femministe. E alcune atlete di alto profilo si sono unite alla mischia, convocando il Women’s Sports Policy Working Group al fine di “proteggere” le atlete cisgender dall’inclusione delle atlete trans. I conservatori hanno anche usato le argomentazioni contro l’inclusione dI atletə trans per opporsi all’Equality Act, un disegno di legge che avrebbe aggiunto divieti contro la discriminazione in base all’orientamento sessuale e all’identità di genere, alle leggi federali già esistenti sui diritti civili. La Camera ha approvato una misura simile nel 2021, ma non è passata al Senato.

Chi sostiene i diritti per le persone transgender ha qualche risorsa per combattere le leggi. Il backlash delle multinazionali è un’opzione. Il contenzioso legale è un’altra. Chi difende i diritti trans si è assicuratə vittorie legali nelle controversie dei tribunali statali e federali che coinvolgono bagni e spogliatoi. Più di recente, un giudice federale dell’Idaho ha bloccato la legge statale anti-trans sugli atleti approvata nel 2020.

E la sentenza della Corte Suprema del 2020 in Bostock v. Clayton County, che protegge le persone LGBTQ da determinate forme di discriminazione, sembra a prima vista sostenere l’uguaglianza degli studenti transgender. Ma il caso Bostock è relativamente nuovo, la sua applicazione allo sport e all’assistenza sanitaria non è stata testata e il fervore politico è in aumento. Con una solida maggioranza conservatrice alla Corte Suprema – e nei tribunali federali di tutto il Paese – le battaglie legali potrebbero essere inattendibili.

Nel frattempo, le giovani persone transgender in tutto il Paese stanno riflettendo su un futuro più incerto e pericoloso per se stesse e per i loro genitori. Alcune di loro stanno lavorando con i loro genitori per trovare accesso, fuori dal proprio Stato, ai medicinali per bloccare lo sviluppo della pubertà. Altre stanno pensando di trasferirsi in Stati meno ostili. Tutto questo perché i conservatori hanno manipolato affermazioni inventate dentro a legislazioni dannose, che bandiscono le persone trans e le mettono in pericolo, nel solo tentativo di dividere ulteriormente ə elettorə americanə.

Fonte
Magazine: The Conversation
Articolo: Indiana, Iowa and Texas advance anti-transgender agendas – part of a longtime strategy by conservatives to rally their base
Scritto da: Alison Gash
Data: 4 marzo 2022
Traduzione a cura di: Caterina Fantacci
Immagine di copertina: Unsplash
Immagine in anteprima: freepik

Leggi i commenti (0)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato

Associazione Bossy ® 2024
Via Melchiorre Gioia 82, 20125 Milano - P.IVA 10090350967
Privacy Policy - Cookie - Privacy Policy Shop - Condizioni di vendita