Now Reading
Quando gli uomini ridevano delle proprie violenze coniugali di fronte a una telecamera

Quando gli uomini ridevano delle proprie violenze coniugali di fronte a una telecamera

Se doveste vedere anche solo un video oggi, sarebbe questa intervista del 1975 a dei passanti, in cui gli uomini scherzavano apertamente sul tema delle donne che venivano picchiate.

In occasione del dibattito sulle violenze coniugali che si è aperto ieri – e la cui prima giornata non ha convinto le militanti femministe (per via delle misure che sono state prese, NdT) – l’Institut national de l’Audiovisuel (Istituto nazionale dell’audiovisivo, NdT) ha condiviso sui propri canali social un’intervista edificante fatta a dei passanti. Una decina di uomini è stata intervistata nel 1975 e scherzava sulle donne che venivano picchiate, mentre non aveva il coraggio di ammettere del tutto “degli schiaffetti… roba da poco” alla propria moglie.

Nel video si possono ascoltare perle quali “se voglio picchiare mia moglie, sono sicuro che farà meglio l’amore”, o ancora “ci sono donne a cui piace, non so, per abitudine, forse”. Sfortunatamente, quando si sa che nel 2019, ogni due giorni e mezzo una donna muore sempre per mano del proprio compagno, non ci si può veramente rallegrare se solo oggi tali propositi vengono considerati pubblicamente inaccettabili.

La trascrizione del video

Giornalista: E se vi sposaste, picchiereste vostra moglie?
Uomo 1: Se lei ne ha voglia, sì.
Uomo 2: Ci sono delle donne a cui piace per… Non so, per abitudine, forse. Ce ne sono a cui piace essere picchiate.
Giornalista: E ce ne sono anche a cui non piace.
Uomo 2: E ce ne sono che vengono picchiate perché non hanno bisogno di essere picchiate.
Uomo 3: Ma so che ci sono delle donne che si fanno picchiare. E se vi dicessi che picchio mia moglie, perché lei sia più gentile e più innamorata di me, cosa ne pensate?
Giornalista: E Lei che cosa ne pensa?
Uomo 3: Penso che se voglio picchiare mia moglie, sono sicuro che farà meglio l’amore.
Uomo 4: Quando non è possibile il dialogo, ho visto alcune vignette umoristiche con “Fatevelo entrare bene in testa”, sa quel disegno con un martello. Allora, con alcune donne, bisogna che gli si faccia entrare un pugno.
Uomo 2: Ce ne sono alcune che a volte sono un po’ più segnate del solito, allora è sicuramente un incidente domestico. Hanno sbattuto contro una pentola. È possibile.
Giornalista: E Lei non ha mai picchiato sua moglie?
Uomo 5: Non ho mai picchiato mia moglie, nemmeno mia moglie mi ha mai picchiato d’altronde.
Uomo 6: Personalmente, non picchio mia moglie nonostante a volte ne abbia voglia.
Uomo 7: Una donna picchiata? Mi sorprende.
Uomo 8: Non mi sorprende tanto.
Giornalista: Lei ha già picchiato sua moglie?
Uomo 9: Degli schiaffetti… Roba da poco.
Uomo 10: Sì, siamo al corrente del fatto che ci siano delle donne che vengono picchiate in Francia.
Giornalista: Cosa ne pensa?
Uomo 10: Penso che è quello che ci si deve aspettare dalle relazioni tra gli esseri umani, no?
Uomo 11: No, mai.
Uomo 12: Mai.
Giornalista: Mai mai?
Uomo 13: No, mai. Mai. Mai.
Uomo 14: Mai. Nemmeno con una rosa.

Fonte
Magazine: Cheek Magazine
Articolo: Quand Les Hommes Riaient De Leurs Violences Conjugales Face À Une Caméra
Autrice: M.L.
Data: 4 settembre 2019
Traduzione a cura di: Gloria Spagnoli

View Comments (0)

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Associazione Bossy ® 2024
Via Melchiorre Gioia 82, 20125 Milano - P.IVA 10090350967
Privacy Policy - Cookie - Privacy Policy Shop - Condizioni di vendita