Now Reading
Quando musica e sex positivity si incontrano: intervista ad Anna Soares
Dark Light

Quando musica e sex positivity si incontrano: intervista ad Anna Soares

Anna Soares è una cantante, cantautrice e producer. Dopo diverse collaborazioni con artisti dislocati in varie parti del mondo, sperimentazioni di songwriting e di produzione, ha elaborato un nuovo genere sonoro a sfondo BDSM, reintepretando gli schemi canonici dell’elettronica.

Il suo primo album “Sacred Erotic” mescola sonorità dark con testi che evocano la sacralità dell’universo sessuale. Il background stilistico attinge da artisti quali Massive Attack, Lulu Rouge e Burial, evocando nella voce reminiscenze di matrice jazz.

Lo scorso marzo per Lost Generation Records è uscito “Sacred Erotic – The Remixes”, riarrangiata e remixata da quattro producer dagli sfaccettati background.

Le abbiamo fatto qualche domande sulla sua musica e sull’essere donna.

Anna, ti vuoi raccontare a lettrici e lettori con tre aggettivi?

Esplorativa. Vorace. Libera.

Da cosa prende ispirazione (arte, vita, …) la tua musica? Come nasce un tuo brano?

Quando compongo attingo spesso dalle sensazioni e dalle energie che si muovono nel mondo: la sfera percettiva è amplificata e messa al centro, così come le connessioni umane e spirituali che vivo. Un mio brano nasce con me che passo delle ore a scegliere il suono di synth perfetto, che incarni le sensazioni che io voglio trasmettere nel suono. La scrittura è molto più viscerale invece, nasce di getto e non si stacca di dosso finché non la vomito. Non la correggo mai, successivamente.

Quali sono ə artistə di riferimento per la tua arte? Quali invece hanno segnato la tua educazione musicale?

Sono cresciuta tra l’elettronica e il jazz, nutrendo e alternando queste mie due essenze che non si sono mai fatte lo sgambetto. ə artistə che mi hanno segnata sono sicuramente i Massive Attack, Franco Battiato, Amy Winehouse e ultimamente una mia grande ispirazione è Giorgia Angiuli.

Musica, donne e femminismo: il music business in che condizioni è se mettiamo insieme tutte queste tre tematiche?

Attualmente ci troviamo in un periodo storico in cui le donne (comprese le addette ai lavori in ambito musicale) hanno molta più consapevolezza della loro essenza e del loro posto nel mondo, sono incazzate (e fanno bene) e vogliono far sentire la loro voce. Accade sia nel mainstream sia nell’underground, ma il focus è molto chiaro. Questo non esclude che esistano ancora dinamiche che sviliscono la donna nell’ambito professionale, ma penso la direzione presa sia quella giusta.

Nelle tue canzoni la sfera sessuale è al centro. In che modo ne parli e a chi ti rivolgi con le tue canzoni?

See Also

Parlo di sessualità nel senso più ampio e complesso possibile. La sessualità come chiave d’accesso a una spiritualità e percezione che va oltre il conosciuto, che può portarci a dei livelli di connessione con l’altrə (quindi, con l’Universo) che nemmeno immaginiamo.

Mi rivolgo a qualsiasi anima voglia sentirsi libera di essere. Io li chiamo “abitanti dei mondi sotterranei”, sono quelle persone che per restare umane hanno deciso di sentire, e non di lasciarsi vivere.

Oltre a essere cantante e producer ti occupi anche di sex positivity: ci racconti la tua attività di divulgazione sul tema e con chi collabori?

Nel momento in cui ho concepito la BDSM Music ho sentito la necessità di accompagnare la produzione artistica ai perché delle mie scelte, informandomi e divulgando tematiche legate alle sessualità alternative, al dating online, alla sex positivity collaborando con psicologə, sessuologə, divulgatorə e artistə sensibili alla tematica dell’informazione sulla sessualità etica e consapevole. È un lavoro ancora in evoluzione che trovo stimolante e importante.

Che sogni e progetti hai per i mesi a venire?

Di sogni ne ho moltissimi, e li sto manifestando tutti. Per quanto riguarda i miei progetti, quest’anno è in uscita un nuovo album, ci saranno date sia in playparty sia in live club e probabilmente un’evoluzione “dal vivo” dei talk di divulgazione sulla sessualità.

View Comments (0)

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Associazione Bossy ® 2020
Via Melchiorre Gioia 82, 20125 Milano - P.IVA 10090350967
Privacy Policy - Cookie - Privacy Policy Shop - Condizioni di vendita