Intrattenimento

Quando il gene “fashionista” è una bugia: uomini e moda tra storia e cultura

Articolo precedente
Patty Pravo, l’ultima diva
Commenti (2)
  1. Avatar Paolo ha detto:

    l’identità di genere non può essere ridotta al dato culturale: tu e io siamo due uomini cisgender lo siamo in questa cultura e saremmo uomini cisgender anche in un’altra cultura con tutte le somiglianze e le diversità, io non sono appassionato di moda, tu sì, la tua passione non ti rende meno maschio, tu sei libero e maschile quanto un uomo appassionato di motori, nessuno di voi due è “omologato”. Ci sono tanti modi di essere uomo quanti sono gli uomini nel mondo, modi statisticamente più frequenti e modi meno frequenti ma tutti genuini e veri

  2. Avatar Paolo ha detto:

    e di sicuro non è una passione per la moda o per l’ingegneria che determinano identità di genere e orientamento sessuale. Ci sono molti stilisti gay ma non tutti, e questo non autorizza a pensare che uno stilista debba esserlo

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *